Notizie flash

Biografia

Jostein Gaarder


Jostein Gaarder nasce l'8 Agosto 1952 a Oslo.

Sua madre, di nome Inger Margrethe Gaarder è stata un’ educatrice  ed autrice libri per bambini. Suo padre, Knut Gaarder, è stato rettore del collegio Nordstrand.

Si è sposato il 12 Gennaio del 1974 con Siri Dannevig, figlia del ministro Thorvald Dannevig (e Kari Sigmundsøn , nello stesso anno  nasce il primo figlio della coppia, Nicholas (che lo porterà a riflettere sulla vita).
La famiglia abitava non lontano da INGIERÅSEN, dove Jostein è andato a scuola. Fin da bambino era molto interessato alla filosofia. Gli piaceva fare domande a cui nessuno poteva rispondere, ha iniziato la vita con buone prospettive per diventare un buon filosofo.
La sua casa era aperta e liberale, spesso parlavano di argomenti  come la filosofia, politica, religione e cultura ma, ciò che ha attirato molta della sua attenzione è stata “la morte”, sentiva che era più importante trovare domande che risposte.  Questi interrogativi hanno lasciato traccia nei libri che ha scritto, infatti ilsuo background professionale, come una filosofo ed insegnante di religione, ha contraddistinto le sue opere, caratterizzate da un atteggiamento aperto verso gli enigmi della vita.
In aggiunta ai suoi scritti letterari, ha pubblicato diversi libri di testo.
Gaarder è cresciuto a Oslo. Entrambi i genitori avevano la scuola come ambito di lavoro: suo padre è il segretario generale della norvegese Lektorlag, direttore generale del Consiglio del Team Fortress e Rettore del collegio Nordstrand. Sua madre era un insegnante e autrice per bambini. I suoi genitori erano di mentalità liberale e Jostein ebbe un precoce interesse per la materia religiosa. Più tardi fu influenzato dalle correnti di sinistra e ha rifiutato il servizio militare per motivi di pacifismo. Dopo l'esame di ammissione alla Oslo Cathedral School nel 1971, ha studiato “idee e storia delle religioni” e consegue una laurea in Latino.
Ha lavorato come insegnante nella Valler High School dal 1978 al 1981 e nella Bærum Fana Folk High School di Bergen dal 1981 al 1991, dove ha avuto molto tempo per scrivere.
Nel 1983 nasce il secondo figlio, Christopher.Jostein Gaarder e la moglie Siri Dannevig
Dal 1984 al 1989 è stato anche un insegnante di filosofia presso la People's University College.
Quando vide che il mondo apprezzava i suoi libri, nel 1991, decise di lasciare la carriera di insegnante per dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Il debutto di Gaarder, come scrittore, è rappresentato dall’antologia di racconti brevi raccolti nel catalogo “Prosa” (1982). Il suo primo libro risale al 1986 dal titolo “La diagnosi ed altri racconti”, dove riprende i temi esistenziali e filosofici che sono centrali per i libri successivi.
Nel 1993 Jostein viene nominato per il Premio Brage.  Nello stesso anno si trasferisce con la sua famiglia a Bear Road 3, a Oslo.
Nel 1997 Gaarder fu premiato con il Buxtehude Buller al Festival Internazionale di Bergen.
Oggi,  Jostein Gaarder è un uomo molto occupato. Tutti gli angoli del mondo vogliono mettersi in contatto con lui per avere un’opinione circa la sua visione del mondo.
 Libri di Jostein Gaarder sono pubblicati in più di 44 paesi, tra cui l’Italia,  solo Il mondo di Sofia e L’enigma del solitario hanno  finora venduto 21 milioni di copie.
Jostein Gaarder è forse uno dei più grandi autori norvegesi di questi ultimi anni tant’è che è stato chiamato risposta della Norvegia a Umberto Eco.
Nel 1991 ha scritto “Il mondo di Sofia” un romanzo sulla storia della filosofia, che inizia come uno scambio di lettere tra una ragazza e un filosofo, e continua ad essere una conversazione . Alla fine, l'azione prende una svolta sorprendente con elementi di meta-fiction. Il romanzo divenne rapidamente un successo internazionale. E 'stato tradotto in 50 lingue, tra cui Urdu, Swahili e bengalese, ed ha venduto più di 30 milioni di copie. In particolare, i dati di vendita sono stati grandi in Germania, Francia e Giappone. Sia in Novergia, che in paesi come Italia, Spagna e Paesi Bassi è stato in testa alle classifiche di vendita per un lungo periodo; nel 1995 è stato il libro più venduto al mondo.
Il favoloso successo non è facile da spiegare, anche se il libro ha qualità evidenti, sia come narrazione e come introduzione alla filosofia della storia. Il libro è stato presentato come un romanzo giovanile, e l'autore stesso ha detto che ha scritto per uno scopo educativo. Più tardi è stato letto anche da un pubblico adulto. Il libro è stato pubblicato su CD-ROM nel 1997 è diventato pellicola nel 1999.
Per la sua scrittura, egli ha ricevuto numerosi premi norvegesi e internazionali, in aggiunta a quanto sopra anche Sonja Mann Garden Children's nel 1991 (per il mondo di Sofia), premio bibliotecario di aggiudicato nel 1993, Bokhandlerprisen 1993 (per “In uno specchio in un enigma”), due tedeschi, due italiani e uno spagnolo. 1996 è stato nominato "Il Peer Gynt”,  nel 2002 ha ricevuto il Premio Brage Honors Award.  Nel 1997, Gaarder e la moglie, hanno fondato la Dannevig Sophie Foundation, che annualmente  elargisce il Sophie Prize un premio internazionale in campo ambientale.
L'autore è stato nel 2005 è stato nominato comandante dell'Ordine di S. Olav, e riceve una Laurea honoris causa presso l'Università di Dublino.
Joomla templates by a4joomla