Notizie flash

Romanzi

In uno specchio, in un enigma

 

 

Anno: 1999

Editore: Tea

Pagine: 161

Note: trad. dal norvegese di Roberto Bacci

Titolo originale: I et speil, i en gåte (1993)

Acquisto on line: IBS

 

 

 

Il magico incontro
di una bambina e di un angelo:
una celebrazione
del miracolo della vita

 

E' la notte di Natale quando a Cecilie, una ragazzina costretta a letto da una grave malattia, appare, tra il sonno e la veglia, una creatura misteriosa, priva di capelli e in grado di volare e di attraversare le pareti della casa. Dice di chiamarsi Ariel e di essere... un angelo. Superato l'iniziale scetticismo di Cecilie, i due stringono un patto: Cecilie racconterà all'angelo che cosa significa avere un corpo - la sensazione che si prova a toccare una palla di neve, il sapore di una pasta alle mandorle, il suono di una canzone natalizia -, mentre Ariel le svelerà i misteri celesti: la vera natura degli angeli, il loro rapporto con Dio, che cosa siano la coscienza, la memoria, l'anima...

 

«IL dialogo tra Cecilie ed Ariel, affronta con invidiabile leggerezza argomenti nient'affatto banali»

Corriere della Sera

 

«Gaarder si muove con grande disinvoltura ed eleganza... in uno specchio, in un enigma è tutto un raccontare idee e cose»

L'Espresso

 

La gioia è una farfalla
che vola rasente il prato,
ma il dolore è un uccello
dalle ali grandi, forti, nere:
ti sollevano sopra la vita
che scorre in basso, alla luce del sole, tra il verde.
L'uccello del dolore vola alto,
dove gli angeli dell'afflizione stanno di guardia
sull'accampamento della morte.

Edith Södergran, 16 anni

Joomla templates by a4joomla